No al collare a strangolo. Perchè è dimostrato che lo stress e la paura inibiscono la memorizzazione e la metabolizzazione delle informazioni. Studenti sottoposti a punizioni in caso di errore non riuscivano a ricordare o a imparare l'argomento affrontato a causa dello stress. Se quindi l'obiettivo è insegnare al cane qualcosa, è destinato a fallire. Se l'obiettivo è invece terrorizzare il cane al punto che non osi muoversi, non osi pensare, non osi sentire ma si muova come un'automa dall'anima morta, potrebbe funzionare. Dico potrebbe perchè dipende da chi lo fa, e dipende dal cane. Ho la fortuna di avere una cagna con una soglia emotiva solida quanto un cristallo di boemia, e non lo dico con sarcasmo. Ogni emozione ed ogni avvenimento in lei è amplificato, è un cataclisma, è un'apocalisse. Tutto ciò che la spaventa causa una reazione alla Rainman: urla, salti, corse, comportamenti incoerenti e pericolosi per sè stessa. E' praticamente impossibile inibirla, se non terrorizzandola ai confini dello shock. E la mia fortuna è stata che mi ha obbligata a vedere oltre, a andare più a fondo, a vedere che cosa realmente vuol dire spaventare un cane, comunicare con un cane, rassicurare un cane, essere per lui un punto di riferimento. Ogni sgarro alla fiducia che ripone in me lo pago, e caro. Con un cane del genere, fragile e senza maschere, lo vedi subito, il danno della coercizione. E non può che andare peggio, perchè lei ha bisogno di qualcuno di cui fidarsi, qualcuno che sia accanto a lei in quella che per lei è una fatica quotidiana nello stare al mondo. Avere un nemico in più, che vive fianco a fianco a lei, non è quello di cui ha bisogno. E questo è, un proprietario che usa coercizione: un nemico in casa. Il cane è solo, solo nel vivere la vita ma soprattutto solo nel sopravvivere a quella convivenza che più che una convivenza è una prigione con tanto di torture più o meno occasionali. La persona che dovrebbe tutelarlo, di cui dovrebbe fidarsi al punto di scegliere di seguire le sue decisioni, con cui dovrebbe condividere esperienze e problemi diventa IL problema. Colui che fraintende, colui che non capisce, colui che non supporta, ma soprattutto colui che aggredisce. Il proprietario non è più un punto di riferimento sicuro, ma un terrore sottopelle, una corrente elettrica sopita, con la speranza continua che oggi non si riaccenda. Provate per un minuto a immedesimarvi in questa situazione e poi ditemi che non è abuso, non è tortura, non è inaccettabile. E fatemi capire tutto questo cosa c'entra con l'affetto. Perchè, ricordiamolo, la maggior parte dei proprietari dice che "io al mio cane voglio bene". Chi usa coercizione non ama il proprio cane, ama l'idea del cane. E quando il cane non vi si adatta, l'importante è far sì che rientri in questo canone, che non ci dia problemi, e la strada per arrivarci è la più comoda per noi, una strada sleale che spiana ed asfalta i sentimenti e la fiducia di una creatura che si era affidata a noi. Sylvie Vuillermoz

Dico un assoluto NO AL COLLARE A STRANGOLO, mai e poi mai.. perché mi manca l'aria! Quando si strozzano sembrano pazzi con gli occhi fuori delle orbite quasi o si appiattiscono per la sorte che gli sta toccando. Vedere un cane che si strozza per motivi fisiologici come annusare un odore, trovare un posto per fare i bisogni, per paura, per mancanza di rapporto col proprietario e per qualsiasi altro motivo mi sembra una violenza gratuita. Non ne accetto l'uso perché non fa stare bene il cane e quindi nemmeno me, alla lunga potrebbe causare danni fisici, ma sicuramente psicologici immediati. Io lo vedo come uno strumento di forza con un chiaro significato di voler sottomettere chi lo indossa: la trovo un'invenzione da vigliacchi che si nascondono pure dietro la frase "usarlo è un'arte" per intendere che possa essere delicato.. ma è una catena che si stringe senza fermarsi (e il semistrozzo lo odio ugualmente perché strozza!!): come può agire delicatamente? se hai un'arte al guinzaglio perché non usare un collare fisso a nastro o una pettorina? quale necessità ti spinge a mettere un collare così al tuo cane? La perdita della fiducia, la mancanza di comprensione, la superficialità nel rapporto: questo per me significa il collare a strangolo e io non ci sto e non ci starò mai! Alessia Visintin

NO al COLLARE a STRANGOLO perché magari ottieni velocemente ed in modo totalmente scorretto ciò che desideri ma dall'altra parte ci sarà un cane che ti guarderà sconvolto chiedentoti e chiedendosi: "perché mi fai questo? Pensi che non riesca a capire usando altri toni e/o modi?" E ancora il cane: "Ho sentito di un posto chiamato I LAGHI, ho sentito parlare di magie che accadono in quel posto, mi ci porti?!" Andrea Salamini

in questi giorni mi son sentita dire che devo prendere il comando sul mio cane e questa mattina la stessa persona mi ha detto che non sono i cani a comandare. Questa premessa fa capire che fin che ci saranno persone che nel rapporto uomo cane vedono quest'ultimo come un gregario, come una macchina che deve eseguire i nostri (qualche volta) assurdi comandi, esisteranno purtroppo sempre mezzi coercitivi per raggiungere lo scopo. Ora il mio scopo non è avere un cane che viene da me con la coda tra le gambe perchè ha paura di me, ma un cane che è felice di venire da me, che prova piacere a stare con me e a fare le cose con me. Questo lo strangolo non lo permette, perchè incrina il rapporto. L'ha già fatto perchè un annetto e mezzo fa, a seguire un addestratore che "sapeva il fatto suo", siamo arrivate ad usarlo e più strattoni arrivavano al cane più il cane era ingestibile e stressato. Perchè se esco con una persona che rifugge i luoghi affollati la assecondo , se invece esco con il cane (che vorrebbe potere evitare gli stessi posti) non sono tenuta a farlo? Forse perchè a detta di qualcuno il cane non comanda... ma costringeremmo nostro figlio a seguirci sulle montagne russe se lui ne fosse terrorizzato magari strattonandolo? Non credo... Silvia Orel

No al collare a strangolo perché e' "l'antirapporto" oltre a creare danni fisici e psicologici. Vi piacerebbe che, mentre state correndo, qualcuno vi tirasse letteramente per il collo? Non credo ... e dopo voi stareste vicini a quella persona? Non credo proprio. Sandra Storchi

no al collare a strangolo perchè non si deve causare dolore fisico, emotivo e danni a nessun essere vivente, a maggior ragione ad un membro della famiglia. La fiducia ed il rispetto del proprio cane si guadagna ascoltandoli e capendoli non strozzandoli. Elisa Pasquini

No al collare a strangolo, al suono che produce durante gli strattoni, all'affanno dei cani che lo portano, al loro sguardo perennemente preoccupato, alla loro tensione, alla loro sfiducia...NO al collare che soffoca in noi qualsiasi crescita personale e morale, no alla reiterazione di gesti che rovinano la nostra capacità di comunicare, di entrare in relazione. No alle cattive abitudini, che si trasmettono di generazione in generazione: i neuroni specchio sono lì a guardare... Elisa Ottonetti

No al collare a strangolo, o a scorrimento, o strozzo o chiamalo come diamine ti pare ma quel che resta è quello che è – uno strumento di tortura che pare uscito dal medioevo- e l’effetto che ha sul cane: lo STROZZA, gli provoca paura, dolore, voglia di scappare da chi gliel’ha fatto indossare e sta dall’altro capo del guinzaglio. Perché usare violenza su un cane quando con la comprensione, l’empatia si può e si deve saper fare di meglio? Si deve aver voglia di capire, e di mettersi in discussione per creare davvero un rapporto con il cane basato sulla fiducia ed il rispetto reciproco. Senza trasmettergli paura, dolore, ansia e smania di controllo…tpica dell’essere umano che NON sa fare di meglio … Desi Baggiani

No al collare a strangolo perché provoca danni, è una costrizione che impone la forza fisica, una scorciatoia (per me permette all'uomo di spegnere il cervello... questa è la scorciatoia) Alex Rho

NO AL COLLARE A STRANGOLO perchè non crea rapporto , non crea fiducia ma solo dolore...Bonnie in genere non tira al guinzaglio, è con noi da circa tre mesi e mezzo, in alcune situazioni però tira , per esempio se si spaventa va in fuga...se io usassi un collare a strangolo dove va a finire la nostra comunicazione?alla paura associo solo dolore e violenza e a che cosa mi serve? a niente...quindi NO AL COLLARE A STRANGOLO,con Sean il border faccio obedience e siamo in classe tre senza aver mai utilizzato collari a strangolo o coercizione...lui quando lavora si diverte, non ha paura di lavorare... Barbara Navone

No al collare a strangolo perchè sembra una scorciatoia, ma spesso allunga di molto la strada. Romina Guizzardi

Io dico no perché preferisco risolvere i problemi invece che eliminare i sintomi. E non ho neanche l'ansia da pisello piccolo. Caterina Tosi

NO al collare a strangolo perché il rapporto con il proprio cane deve essere basato su ascolto reciproco, emozioni, e rispetto. Se ascolti il tuo cane, vivi con lui le emozioni, lo rispetti NON hai bisogno del collare a strangolo per insegnargli le cose. La comunicazione non l'imposizione di un'azione (quindi basata sul faccio capire le cose al mio cane strozzandolo!!!) ma la base di un rapporto vero/onesto/sincero CANE~PADRONE sono ben altre cose... Anna Currò

E' come prendere a cinghiate un bimbo che non si mangia il minestrone Luigi Catozzo

No allo strozzo perchè rispetto il mio cane! Michela Butti

No allo strozzo perché.... chi ama il proprio cane non esita a concedergli il dono del tempo che gli serve per capire e imparare senza sentire paura e senza subire violenza. Betsy Pontellini ...

No allo strozzo perché.....lo dice il nome stesso, strozza, esiste un modo corretto o meno dannoso per strozzare un cane? Serve un esperto per cosa? Le vere persone competenti non ti insegnano come strozzare il cane per farti ascoltare, ma ti insegnano a capire il suo linguaggio e a comunicare e il cane collabora grazie alla relazione non allo strumento! Lo strozzo e mania di controllo, pigrizia, non rispetto e non amore per il proprio cane e chi dice che il proprio cane e felice nonostante lo strozzo.....per me di comunicazione non ha capito nulla ma soprattutto non sa cosa significhi rispetto! Tatiana Cipolli

io sono per la regola non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te! se tutti la pensassero così non ci sarebbe nemmeno bisogno di farsi capire con varie dissertazioni fermo restando che tutto quello che è stato scritto è giusto! no al collare a strangolo, perchè se lo mettessero a me mi incazzerei!! Maria Letizia Zagarese

No perché il cane non percepisce il perché ma solo il dolore..... Manuela Bruno

In questi giorni ho sentito pronunciare da un educatore le seguenti parole: "il cane è stato creato dall'uomo per eseguire ordini". Con questo assunto voleva dimostrare la tesi della positività dell'uso del collare a strangolo...e di altri strumenti ancor più coercitivi. Io dico NO al collare a strangolo e agli altri strumenti perchè: 1) impediscono al cane di esprimere la sua personalità e quindi anche le sue potenzialità; 2) impediscono al proprietario di capire il cane. A prescindere dai danni procurati al cane (ai quali molti proprietari non danno importanza), insegnare ad usare lo strangolo è come dare un pesce ad un affamato: lo sfami una volta (FORSE), se invece gli insegni a pescare, si sfamerà tutta la vita. Marco Martini

No perchè provoca dolore, sono balle il saperlo usare bene o male l' unico modo per non provocare dolore è non usarlo !! Frida Roberta

no al collare a strangolo perchè più mi imponevano di usarlo e più diventava ingestibile e aggressivo, dopo aver mandato a quel paese qualche istruttore e mi sono rivolta ad un educatore cinofilo ( che mi ha fatto togliere subito quella ferraglia ) , ho avuto sempre meno problemi, è molto piu tranquillo e docile e io sono un po più responsabile e consapevole di avere tra le mani un essere vivente che rispetta se viene rispettato. Quartieri Maria

NO al collare a strangolo perché con questo strumento di tortura viene a mancare la fiducia che il cane ripone nel proprietario..
No perché un cane si educa senza bisogno di violenze fisiche.
No perché è dannoso.
No perché non è con la coercizione che di ottiene il rispetto.
NO perché a un compagno di vita NON si deve far del male.
Lorella Grassano

no al collare a strangolo, a punte, a qualunque strumento che provochi dolore. no perché non esiste un modo corretto di usarlo, l'unico modo corretto è non usarlo. no perché è tempo di relazionarci agli esseri viventi non in termini di potere ma di relazione e collaborazione e convivenza. Alessandra Scudella

No perché 1-anni fa ho ascoltato un umano e la catena scorreva sul collo del mio cane... Ha sofferto x molto molto tempo e ha pagato questo dolore che dentro resta ancora.. E no perché quando abbiamo dato una svolta tutto è cambiato.
2- è una violenza gratuita. No alla violenza. Comunque, sempre. Marta Pulvirenti

No al collare a strangolo perchè, metteresti un nodo scorsoio al collo di chi ami e ti ama per quello che sei e non per come vorrebbero che fossi? Davide Montaldi

Dico no al collare a strangolo perché non è relazione, e' solo inutile coercizione Fulli Stefano

NO al collare a strangolo perché non posso fare consapevolmente del male ad un AMICO. Augusta Bargoni

Dico no al collare a strangolo perché dico no alla violenza. Cristina Bedolla.

NO AL COLLARE A STRANGOLO perché con la paura non si crea un amicizia, perché con il terrore non si crea un rapporto di fiducia, perché con l'ansia non si crea un dialogo... Potrei continuare all'infinito... Senza contare i danni fisici...che comunicazione può crearsi se con il dolore "chiudo"il cane? Qualcuno potrebbe rispondermi:"si ma in certi caso e in certi sport lo strozzo serve e se usato bene fa danni minori di un collare a fascia normale"! No, perché se aiuti il cane a comunicare e se impariamo ad ascoltarlo il cane sarà ben felice di ascoltarci... Certo forse ci vorrà più tempo, ma ogni cane a tempi diversi etc ... Ma con il dolore e la paura come si può parlare e comunicare... Se una persona mi prendesse a sberle o a strattoni da mattina a sera senza spiegarmi mai il perché io come mi sentirei? Mi sentirei frustrata, ansiosa e avrei davvero paura di provare a fare qualunque cosa... È triste sapere che ancora ci sono persone convinte che usare lo strozzo sia giusto... I cani vogliono comunicare con noi, spetta a noi ascoltarli e farci ascoltare, ma nel modo più rispettoso possibile!Martina Leone

NO al collare a strangolo perché:
- perché provoca dolore
- perché provoca danni fisici
- perché provoca danni psicologici
- perché è una scorciatoia inutile
E soprattutto perché non è un mezzo di comunicazione. Punto.
Il nostro obiettivo dovrebbe essere esclusivamente il benessere psico fisico del nostro cane attraverso una corretta e onesta comunicazione.
Non sai gestire il tuo cane? Fatti aiutare da un educatore serio e competente che abbia i tuoi stessi obiettivi: benessere di entrambi per una convivenza serena all'insegna della comunicazione.
Gaia Tosti

NO al collare a strangolo perché...perché nell'ignoranza delle prima esperienza io l'ho usato sul mio cane adoperando pura coercizione e la mia forza fisica per impormi sulla sua emotività! Il risultato finale ha "soffocato" in primis il mio cane e non solo il nostro rapporto, ma anche ogni tipo di comunicazione sociale ed empatica! Ascoltiamo i nostri cani invece che strozzarli! Caterina Michenzi

NO al collare a strangolo perchè è uno strumento di violenza....oggi è risaputo e tanti educatori ce lo insegnano che solo "comunicando" con il proprio cane si possono risolvere tanti problemi....e lo strangolo è tutto l'opposto....serve solo al proprietario che non sa come gestire il proprio animale , non risolve il problema......Melissa Pavesi

Dico NO al collare a strangolo perché.... Provate voi ad andare in giro quando siete un po' di fretta con qualcuno che vi strozza per non farvi andare. Dico no al collare a strangolo perché oggi esistono alternative più etiche ed è nostro dovere provarle. Dico no al collare a strangolo perché non vedo cani che imparano ad andare al guinzaglio ma solo cani controllati con la forza. Dico no perché i danni del collare a strangolo sono stati dimostrati. Dico no perché non sopporto quella fastidiosa respirazione difficoltosa dei cani che lo indossano! Dico si al suo utilizzo come catenella per chiudere le ante degli armadietti del campo, per quello è perfetto! Maddalena Catalano

No al collare a strangolo perchè non serve. Sabrina Pradal

No al collare a strangolo perché nessuna relazione deve essere basata sulla paura. La coercizione, e l'inibizione non devono essere in alcun modo i presupposti della comunicazione. No al collare a strangolo perché è necessario porsi delle domande, evolversi, ed avere il coraggio di percorrere strade che portano alla costruzione della fiducia e della collaborazione. Limitare al "controllo" il rapporto tra uomo e cane sminuisce le nostre e le loro capacità. Erika Pozzer

"no al collare a strangolo " ci vuole più coraggio e forza instaurare un buon rapporto che usare un collare a strozzo per limitare e piegare un cane ! Rosetti Anna Rita

NO al collare al strangolo perché NON è un strumento educativo, collaborativo. Invece fa MALE al cane, in ogni modo e danneggia la relazione persone-cane. Debra Buttram

NO al collare a strangolo perchè de-responsabilizza il proprietario e inibisce il cane. Tenere un cane al guinzaglio equivale a tenere un bimbo per mano. Per quanto piccolo il bimbo sia, la comunicazione esiste comunque e va coltivata, per il benessere del bimbo (cane) e la costruzione della fiducia nel rapporto. Erika Pozzetti

No al collare a strangolo perchè ti esclude da un vero rapporto con il cane. L'ho provato sui miei due boxer il maschio l'ha portato ma ai tempi ero ignorante. Rania non lo porta ha sempre su la pettorina e mi guarda negli occhi per sapere cose le chiedo. C'è un rapporto più profondo di intesa. Sara Boldrini

NO al collare a strangolo perché è coercitivo, perché crea problemi fisici, perché il cane non riesce a comunicare con i suoi simili ne con l'uomo. No al collare a strangolo perché vorrei che tutti rispettassero di più i loro compagni animali. Jaia Puliafito

NO semplicemente perché non è rispettoso del nostro cane! Claire Lecannelier

No allo"strozzo" perche' e' da vigliacchi, frustrati e aggiungerei fannulloni alla ricerca di scorciatoie con poca voglia di lavorare con il proprio cane. Christian Bariggi

No al collare a strangolo perchè è pura violenza senza comunicazione, costrizione senza complicità. Francesca Jemmi

NO al collare a strangolo perché non è con l'imposizione e la violenza che si pongono le basi per un'amicizia serena e duratura con i nostri migliori compagni di vita. Laura Gissara Nudo

NO al collare a strangolo perchè è uno strumento violento e coercitivo che crea comprovati danni fisici e psicologici, amplifica le problematiche relazionali tra cane e proprietario e non fornisce competenze. NO al collare a strangolo e a coloro che lo sponsorizzano. Federico Bettoni

No al collare a strangolo, sì ad un'educazione ed istruzione cinofila basata sull'uso di entrambi i cervelli! Claire Chiaruzzi

Il collare a strangolo serve per 'punire' il cane, ad esempio quando non ci vuole stare vicino, ma collare e guinzaglio dovrebbero servire unicamente a guidare il cane in questo mondo umano, che non sempre è a misura di cane. 'NO' al collare a strangolo Lucia Dall’Asta

Chi usa lo strangolo lo fa per svariati motivi; incompetenza, scorciatoia, ignoranza, ecc... Chi lo usa non ama il cane, non lo rispetta, vuole solamente portarlo ad una impotenza appresa per averne il controllo sempre e comunque ed avere, così, meno problemi possibili. Io, invece, amo il mio cane e non uso alcuna coercizione. Franco Bubnich

No per rispetto. Tommy al corso di educazione di base, 12 anni fa, quando gli infilarono lo strangolo, mi disse che non era il caso di tornare in quel posto. E io gli ho dato ascolto. NO quindi perché se li ascolti sai che loro non vogliono. Laura Maria Fabiani

NO al collare a strangolo perche' dico NO a qualsiasi forma di violenza fisica e psicologica. Non ho avuto una sola testimonianza da parte di chi, avendone fatto uso, ha risolto i propri problemi di relazione col proprio cane. Non vi e' alcun uso corretto, non vi e' alcun materiale con cui produrlo migliore di altri, non vi e' mai un corretto modo di relazionarsi con chicchessia usando coercizione. Provoca danni fisici e psicologici. Non vedo cosa si possa costruire "strangolando". Giorgia scuderi

NO al collare a strangolo perchè la violenza non porta da nessuna parte nè con le persone nè con gli animali. Cristina Cocco

No al collare a trozzo perchè: procura danni fisici, procura male al cane, e un metodo coercitivo, non crea relazione di fiducia e di cooperazione, e' antiquato. Oggi la cinofilia moderna e' in grado di dare supporto alla relazione uomo-cane con metodologie basate sulla costruzione di una relazione che si fonda sulla fiducia, rispetto e cooperazione reciproca... aggiornatevi!!! Francesca De Maco

No al collare a strangolo perché io voglio essere un punto di riferimento per il mio cane, non un punto del quale aver paura, o che provoca talmente tanto stress da rendergli in pappa la sua emotività!!! Io voglio una relazione sana con i miei cani! Basata sulla fiducia! Come posso fidarmi di chi mi crea dolore???...e appunto siamo nel 2013!!!!
Ma soprattutto no perché non si usa violenza soprattutto su chi è più debole di te e nonostante tutto crede sempre in te! Claudia Rossi

No perché fai male al tuo cane! Serve altra motivazione?! Veronica Battilana

E' vero, puoi uccidere psicologicamente un cane anche senza usare nessun tipo di strumento, puoi inibire, esasperare, ignorare, emarginare, escludere, tradire. E' vero, il collare a strangolo, come molti strumenti, si può usare in modi diversi, e con più o meno 'arte', come la chiamano (molto tristemente) alcuni. Ma il suo utilizzo, anche in modi diversi, implica la condivisione di un unico quadro concettuale. E' uno strumento che lavora attraverso il disagio fisico, il dolore, la paura. E' uno strumento che sottende un rapporto con il cane che comprende inibizione, punizione positiva, pressione psicologica, distacco emotivo, tradimento della fiducia, costrizione. Il suo utilizzo si basa sul presupposto che il conduttore, e lui solamente, sia in grado di decidere quale sia il modo migliore di comportarsi in ciascuna situazione. Toglie voce al cane, nega la capacità del cane di discriminare le situazioni, affidarsi o agire in modo consapevole e competente. Nega la capacità del conduttore di comprendere lo stato emotivo del proprio cane e di potersi muovere nei contesti sportivi, sociali, familiari tenendone conto e tutelandolo. Cura l'estetica del comportamento a scapito di tutto ciò che sottende a far si che un atto sia non solo gradevole esteriormente, ma motivato, coerente, consapevole. La moderna ricerca scientifica, il percorso formativo da cui provengo, l'esperienza maturata sul campo con i miei cani e quelli dei miei allievi mi hanno portata invece a ritenere che un rapporto basato su conoscenza, tutela dell'individualità di cane e conduttore, comprensione, comunicazione e rispetto sia non solo possibile, ma auspicabile, etologicamente corretto e alla portata di tutti. Per questo motivo dico 'NO' al collare a strangolo e al tipo di relazione uomo/cane che essa sottende. Se mai fosse necessario ricorrere a pressione, gestione, controllo, essi devono compiersi nell'ambito della comunicazione sociale, nell'interesse e nella tutela di tutti, e attraverso metodiche comprensibili ad entrambi gli attori coinvolti. Barbara Moletta

Strangolo, strozzo. Non sono parole che evocano belle sensazioni. Chi lo usa ultimamente ha iniziato a chiamarlo "a scorrimento", forse cambiare parola rende la violenza meno evidente. Un collare che si stringe con la tensione del guinzaglio fa male, provoca paura e stress comunque lo si chiami. Quindi non va usato. I cani sono troppo pazienti con noi, cerchiamo di smettere di imporci e proviamo a trovare un modo per comunicare. Nicoletta Alotto

NO al collare a strangolo perchè il mio cane dev essere libero... Libero di non avere paura del dolore, libero di poter comunicare al meglio, libero di potersi fidare di me! Raffaela Bamundo

No e ancora no al collare a strangolo perché niente è peggio del rispetto basato sulla paura ,e il collare a strangolo provoca solo questo ...non tenendo in considerazione che il cane e' un essere vivente con dei sentimenti e per questo va rispettato come lui rispetta noi umani ,ed il collare a strangolo non è rispetto ma solo pura coercizione .. Elen Rossi

Ehi....tu che usi il COLLARE A STRANGOLO credentoti un "ganzo"....osserva lo sguardo del tuo cane mentre viene costantemente e VIOLENTEMENTE STATTONATO.....ti sta dicendo: "Perchè mi fai del male....cosa ti ho fatto?". NO AL COLLARE A STRANGOLO perchè non stai educando il tuo cane, lo stai "VIOLENTANDO" e stai TRADENDO la FIDUCIA e l'AMORE che lui ha per te!!! Flora Bacci

No al collare a strangolo perché è uno strumento di violenza fisica e psicologica. Non c'è bisogno di vedere sangue per dimostrarlo. Natasha Pedretti

NO al collare a strangolo perchè i cani non vanno feriti nè nel corpo nè nell'anima. Giulia Luzzara

No al collare a strangolo perchè è solo una vile e dolorosa scorciatoia per ottenere dal cane qualcosa, il rapporto con loro va costruito con pazienza, sacrificio nell'aspettarlo e tanta gioia nel fare qualcosa insieme! Margherita Poduti

NO e per sempre NO al collare a strangolo perché è lo strumento dei deboli, di chi non è stato in grado di creare un solido rapporto con il proprio cane, di chi non conosce il proprio cane. Un cane non va controllato, tantomeno con la paura e il dolore. I deboli controllano, i migliori ascoltano e comprendono. Angela Alessandrini

No al collare a strangolo basta riflettere sul fatto che la denominazione collare a strozzo o collare a strangolo non è stata coniata dai chi non lo utilizza ... Marina Grossi

NO al collare a strangolo perchè è ora che ci si impegni nello studiare il comportamento del cane. Usare un collare del genere significa non volersi impegnare nel comprendere chi è diverso da noi. Scegliere questa via più semplice non porta soddisfazione nè benefici... di sicuro non al cane. Arianna Tomassoli

NO al collare a strangolo xke lo reputo uno strumento coercitivo...la coercizione e' dolore e limitazione...chiusura e paura...obbligo! Perché obbligare un essere vivente a effettuare un comportamento senza farlo pensare! NO allo strangolo xke il cane soffre! Simona Caldarulo

Io credo che ad oggi bisogni dire no a qualunqe forma di coercizione, nel 2013 con tutte le conoscenze che abbiamo raggiunto non ha più alcun senso cercare di gestire quello che è il nostro compagno di vita con la forza,e questo andrebbe esteso a tutti gli altri animali domestici, penso ad esempio ai cavalli e agli animali da soma...Lo strangolo è controllo con la violenza, causa dolore e danni permanenti....il mio cane è parte della mia famiglia, non gli farei mai una cosa del genere.... Alessandra Vacchiero

No al collare a strangolo perché lo dice il nome stesso, strangola, strozza, soffoca, opprime: impedisce la comunicazione e soprattutto uccide la fiducia reciproca. Emanuela Amanda Ferrari

No al collare a strangolo! Perchè è una inconcepibile violenza contro il cane. Perchè nessun rapporto corretto dovrebbe essere basato sulla paura. Esiste un solo modo corretto di usarlo, NON usarlo!! Federica Canotti

No al collare a strangolo perchè non esiste una fantomatica maniera giusta di usarlo. è uno strumento violento e basta. Paola Scianna

No al collare a strangolo perchè è solo lo specchio della vigliaccheria, arretratezza e ignoranza cinofila di chi lo usa. Se servisse non ci sarebbero più cani che tirano! causa danni fisici, dolore, danni emotivi e porta il cane a cercare la fuga da chi causa dolore. E' lo specchio della mania di controllo di uomini piccoli e vigliacchi che vogliono "imporsi" con la forza, la violenza e il sopruso su esseri meravigliosi. No no e no, basta con la violenza, l'ignoranza e la vigliaccheria! Elisabetta Cena

No al collare a strangolo perché oltre ai danni fisici e psicologici di cui tutti ben sappiamo è diventato uno strumento con cui imporre il proprio ego a volte nascosto. La violenza si esprime anche così anche nei soggetti che non vogliono ammetterlo. Stefano Bizzotto

No al collare a strangolo perchè è uno strumento che serve per risolvere i problemi dei proprietari non curandosi del fatto che per il cane è invece uno strumento che non tiene minimamente conto dei suoi di problemi. Incide negativamente sulla relazione e questo è già motivo sufficiente per non usarlo. Luca Finazzo

NO al Collare A STROZZO perché é uno strumento di dominio sul cane,perché crea una comunicazione a senso unico (il padrone decide tutto e usando la forza),perché la passeggiata diventa motivo di stress negativo e non più un piacevole momento da passare con il proprio cane,perché già che si usa un collare che almeno sia il meno invadente possibile.
NO al collare a strangolo vuole anche essere un NO alla sua commercializzazione (tanti lo acquistano perché si dice loro che così il cane magicamente non tirerà più.ma non sanno che fa male).
NO al collare a strozzo tra i cani polìziotto e in tv.
SÌ a una corretta e consapevole condotta al guinzaglio. Laura Lanza

No....perché il rispetto è la caratteristica più importante di ogni relazione/momento di comunicazione - ancor di più quando i due elementi che comunicano appartenono a due specie diverse. Francesca Beordo

No al collare a strangolo perchè con il dolore e la paura c'è solo l'illusione del controllo.
Sai fare di meglio!!! Usa l'intelligenza e l'empatia! Francesca Papi

No al collare a strangolo perchè no.

Non è più tempo di spiegare ancora il perchè, è tempo di dire basta.

Le giustificazioni del suo utilizzo sono ridicole, false e le conseguenze di queste menzogne, utili solo a coprire ignoranza e incompetenza, le pagano i cani. Alessandro Fausto

No al collare a strangolo perché voglio che la relazione col mio cane sia basata su fiducia rispetto e il piacere e il desiderio di viversi l'un l'altro..e non sulla paura e il dolore!!! Sara Melegari

No al collare a strangolo perchè se molte persone che addestrano animali selvatici non usano violenza ( vedi ad esempio i falconieri che non picchiano i loro rapaci semplicemente perchè volerebbero via) è assurdo pensare che sia l'unica strada per ottenere qualcosa da animali collaborativi per natura come cani. Cristina Priore

NO al collare a strangolo perchè procurare dolore, stress, ansia e paura non ha niente a che fare con l'educare e con il dare informazioni. Usare la forza e la minaccia di punizioni significa non avere strumenti mentali per costruire una relazione basata sulla fiducia e sul rispetto reciproco e non avere alcuna considerazione per il benessere fisico, emotivo e sociale del cane. Fabrizio Rocchi

No al collare a strangolo perché loro non lo metterebbero MAI intorno al nostro collo perché sanno amare e rispettare. Elisa Damian

NO AL COLLARE A STRANGOLO perchè cercare di controllare un cane attraverso la paura, il terrore, l'inibizione è da vigliacchi. Capire una relazione e cercare di migliorarla attraverso il rispetto,la comprensione e la fiducia è l'unica via. (go alexa !!!!!!!!!!!!!) Tippy Giardino

Al di là dei danni fisici e psicologici che si provocano e che già basterebbero a dire NO, io dico NO perché per linea di principio se ho bisogno di uno strumento che limita la tua libertà di esprimerti e che ti costringe a me allora non ti amo quanto credo e dico. E per chi obbietta che secondo questo principio anche collare fisso e guinzaglio sono strumenti che limitano io rispondo che forse lo sono per come li usate voi, io li uso come strumenti di sicurezza per i miei cani, non per limitarli. Tony Tramonte
NO al collare a strangolo perché non é uno strumento di cui NON abbiamo bisogno, abbiamo millemila modi diversi per insegnare qualcosa al nostro amico senza provocargli dolore, fastidio, frustazione! Che rapporto di amicizia é quello che si basa sulla paura, sull'evitamento del dolore? Elena Manescalchi

No al collare a strangolo perché il suo uso è un abuso. Nicola Fabbri

No al collare a strangolo perchè non è uno strumento di educazione. Elisa Andreani

NO perchè è basato sulla violenza fisica e mentale.
NO perchè il cane non è libero di esprimersi.
NO perchè provoca danni fisici.
NO per la sua inefficacia e inutilità. Maurizio D’Ario

NO al collare a strangolo xchè è così brutto leggere negli occhi del tuo "Xchè mi fai questo?" e dover lavorare mesi x recuperare la sua fiducia persa in 10 gg. di strangolo che sciaguratamente ti hanno fatto usare, facendoti credere fosse l'unico modo x farti "rispettare" dal tuo cane... GRRRRR!!!! CHE RABBIA!!!! Andrea Iapichello

no al collare a strangolo per quella che é la mia motivazione di sempre: tollerare UN PO' di violenza equivale a tollerare violenza e nel 21esimo secolo questo non è accettabile!!! Marina Garfagnoli

Dico NO al collare a strangolo perché crea crea danni psico fisici enormi e perché una sana relazione non si basa sul dolore, sulla paura e sulla mancanza di rispetto!! Veneroni Lara

no ,perchè se ci fosse qualcuno che mi stesse strozzando per difesa gli tirerei una testata dunque perchè provocare dolore alla mia migliore amica o a qualsiasi altro essere vivente ? Silvia Sassarini

no al collare a strangolo perchè: nessuna relazione sana dovrebbe essere basata sull'evitamento del dolore; no al collare a strangolo per i danni psicofisici che crea; no al collare a strangolo perchè STAI STRANGOLANDO IL TUO CANE! Alice Cacciuto