Il “comportamentista” di turno è tassativo: “Al cane non deve mai essere concesso salire sul letto o sul divano, perché permettergli di condividere il giaciglio del proprietario è un forte segnale di debolezza. Il rischio è che il cane possa pensare ‘allora tu sei debole’ e sfidare il proprietario arrivando anche a diventare aggressivo”.
Ops... Temo che a breve finirò sulle pagine di cronaca, sbranata da un branco di cani assetati di sangue e potere...
cane divano

Perché i cani salgono sul letto e sul divano

Oggi sulla Stampa c’è un articolo sul perché l’America si chiama America. No, Amerigo Vespucci e Cristoforo Colombo pare non siano la risposta giusta. La parte che riguarda noi è come una affermazione che viene ripetuta nel tempo, e diffusa, a un certo punto diventa una verità. A volte, persino un dogma. Nel mondo cinofilo esistono molte “verità tramandate”, che ben pochi pensano di mettere in discussione. Guai a far salire il cane sul letto e sui divani è una di queste. Se osservate la vita sociale dei cani, vi renderete conto che, come ogni animale sociale, hanno un forte bisogno di sentirsi uniti e protetti durante il riposo, soprattutto di notte. I cuccioli dormono ammassati per scaldarsi e sentirsi sicuri, i cani adulti riposano nelle stesse ore, spesso vicini. Se noi sprofondiamo nel divano, il cane adegua il proprio ritmo, e si mette a sonnecchiare vicino a noi. Letto e divano rappresentano la tana, il luogo più sicuro e protetto, vicino al resto della famiglia. Hanno anche l’indubbio vantaggio di essere caldi e asciutti. I cani adorano le comodità.

Personalità e rapporto

Il principale motivo per cui i cani tentano la scalata a letti e cuscini quindi è stare vicino a noi, e stare sul morbido. Ma concedergli questi privilegi non è segno di debolezza? Non si corre il rischio di perdere autorità? I cani sono molto bravi a leggere il nostro comportamento, e a prenderci le misure. Il rischio che letto e divano vengano interpretati come segni di debolezza dipende dalla personalità del cane, e dalla nostra capacità di costruire un rapporto corretto e coerente. E’ del tutto inutile vietargli il divano se poi non siamo in grado di farlo tornare al richiamo, di fare una passeggiata senza slogarci una spalla o gestirlo nei momenti di difficoltà. Se un cane è prepotente, o aggressivo, vietargli il divano non risolverà il problema, che deve essere affrontato in ogni aspetto della vita quotidiana. Esistono cani che dormono nella cuccia, mangiano per ultimi e passano per ultimi dalle porte, e sono comunque fuori controllo.

letto cucciolo

Il forte può essere debole

I miei cani hanno a disposizione un grande giardino, eppure con l’eccezione della malamute, dormono in casa. Per loro è un momento di gioia poter entrare in casa. Non solo dormono in casa, ma possono salire sui divani. I cani che viaggiano con me hanno imparato che fuori casa non lo possono fare, ma gli porto una copertina per la notte. A una di loro è concesso salire sul letto (pelo raso e taglia piccola, ha bisogno di calore termico e umano :-) ). Usiano copridivano e trapunte di cotone per limitare i danni... Tutto questo non mi ha mai creato problemi, perché né io né i miei cani viviamo questa situazione come una competizione, e perché nel mio ruolo da leader posso concedermi di comportarmi da “debole” (tollerante), senza rischi. Osservate un cane forte e sicuro, vedrete che proprio per la sua forza e il suo status può concedersi di apparire debole.

In definitiva

In una relazione sociale, tutti i comportamenti e le situazioni possono essere influenti. Se abbiamo dei problemi nel rapporto con il nostro cane, invece di vietargli il divano (o altre regolette), cerchiamo di affrontere in profondità le cause del problema. Se non ci sono tensioni, incomprensioni e difficoltà, concedere al cane uno spazio vicino a noi non solo non è un pericolo, ma di sicuro farà felice il nostro cane (e noi...).

 

Testo Alexa Capra

Fotografie Daniele Robotti

Tutti i diritti riservati - All rights reserved