Ho sempre giocato a tira e molla con i miei cani.
Perché mi diverto, e si divertono i miei cani. Perché ho avuto cani che amano la competizione, il gioco di mischia. Perché è un modo fantastico per stancarsi e per conoscersi. Negli anni passati c’è chi ha bollato questi giochi come pericolosi, accusandoli addirittura di aumentare l’aggressività del cane. Purtroppo si tratta anche di persone ritenute esperte e competenti. Il fraintendimento nasce da una scarsa conoscenza pratica del comportamento del cane e della relazione uomo-cane (o cane-cane).

giocare cane padrone

 

Perché un esperto dovrebbe sapere che esiste una differenza tra giocare e competere seriamente per una risorsa.
Un cane che sta giocando afferra, tira, scuote, conquista il giocattolo, corre con il giocattolo, scuote e torna da me per averne di più, per continuare a giocare. A un cane che gioca, a un proprietario che gioca, non interessa il giocattolo: è il gioco la parte divertente. Io non scambio con cibo, non scambio con un altro giocattolo, quello che offro al cane è la possibilità di giocare insieme. Se il cane afferra, se compete, quando vince, gli dico che è un grande cane, che è fortissimo, e che sono orgogliosa di quanto è forte. Non mi interessa il giocattolo, mi interessa il cane.
Un cane che compete seriamente per la risorsa, o usa la risorsa come pretesto per fare delle affermazioni riguardo alla relazione, non si diverte. E’ serio, teso, prova a prendere il giocattolo, può ringhiare e indurire lo sguardo. Quando ottiene il giocattolo, si allontana e se lo tiene. Può mettere i denti sulle mani, o avvicinarli alle mani, può fissare negli occhi, può ringhiare. Ringhiare è un sintomo di un disagio emotivo del cane, un cane può ringhiare anche perché è la persona che non sta giocando ma sta facendo sul serio.
Non solo i cani possono competere seriamente per la risorsa. Molti proprietari sono così preoccupati da questo gioco da voler vincere il giocattolo a tutti i costi, da volerlo indietro, da volere che il cane perda. Il cane sa se state giocando, se vi state divertendo. Sa chi siete, e conosce le vostre motivazioni profonde.

gioco tira molla cane cucciolo

 

Il cane gioca: si diverte, è rilassato anche se intenso, è in competizione ma se vince condivide il giocattolo per continuare a divertirsi.
Il cane è serio: è rigido, teso, non si diverte, cerca di conquistare il giocattolo e non lo condivide, può ringhiare, avvicinare i denti alla mano o metterli sulla mano.
La persona gioca: è felice se il cane vince, non si focalizza sul giocattolo ma sul gioco, è rilassata, non abusa della forza fisica per mettere il cane in difficoltà.
La persona è seria: pretende che il cane lasci il giocattolo, che lo riporti, o si focalizza su obiettivi diversi dal gioco, come la presa sul giocattolo, la competizione fisica e sociale (il cane deve tenere anche se toccato/colpito, fissato, sollevato, tenuto frontale, quando la presa è fissa).

 

Negli ultimi mesi mi sono capitati diversi cani con elevati livelli di stress in questo gioco causati dalle aspettative dei proprietari di vedere intensità nel gioco.
Non è più un gioco, come direbbe un amico, è la terza guerra mondiale! Quei cani vengono spinti al limite, usando la forza fisica e la sfida sociale per metterli in difficoltà, strattonando, sollevandoli, andando costantemente a vedere se manterranno la presa, se lasceranno nell’istante in cui viene chiesto loro, aumentando l’eccitazione, la competizione, e, in definitiva, lo stress. Ad alcuni cani tutto questo può piacere, è da vedere quanto fa bene, ma ci sono cani che in un confronto così intenso giocano più per dovere (non possono non giocare) che per piacere, o non giocano affatto. Dategli torto...


Giocare significa conoscersi, e rispettarsi, non usarsi.
Non dovremmo usare il gioco per ottenere di più dal nostro cane, per portarlo al limite. Dovremmo sapere che tipo di gioco piace al nostro cane, quale giocattolo, e giocare insieme divertendoci. I cani non sono tutti uguali, se il nostro cane non gioca secondo certi schemi, a poco vale insistere. Se al nostro cane un certo stile di gioco piace, non è detto che di più sia meglio.
Soprattutto, mentre stiamo giocando, guardiamo il nostro cane negli occhi, e chiediamogli: ti stai divertendo? Sei felice?

giocare con il cane

 

Testo Alexa Capra

Fotografie Daniele Robotti

Tutti i diritti riservati - All rights reserved