emozioni rinforzo 09

La contabilità delle emozioni
(Perché non è possibile applicare i principi dell’apprendimento ai comportamenti con base emotiva)

Livorno, conferenza su “Il cane aggressivo chiede aiuto”. Grazie all’amica Francesca Papi, inizio una discussione su “rinforzare l’aggressività”, o “rinforzare la paura”.
Argomenti che si possono leggere in molti libri sui cani (di certo non sui miei...). Principio tramandato da istruttori, esperti, veterinari comportamentisti.
Principio a cui io non credo.

Ma torniamo un attimo indietro nel tempo.
Tornavo a casa con Kes cucciola, 7 ore di strada. Kes preoccupata in autogrill. Io mi abbasso e la rassicuro. Non si rassicurano i cani. Se hanno paura devi ignorarli, altrimenti rinforzi la paura. Io però vedo che quando la rassicuro, inizia a muoversi con più sicurezza. Porto a casa Brick, e la prima notte la metto a dormire in camera. Spengo la luce, piange. Accendo la luce, la rassicuro. Non si rassicurano i cani che piangono, altrimenti imparano che il comportamento che funziona per avere attenzione è piangere. Io però vedo che dopo averla rassicurata, dorme tranquilla.

Il Principio enuncia: la paura, lo stress, il disagio aumentano se il cane ottiene attenzione da noi. Quel comportamento funziona, quindi aumenta.
Mi guardo con i miei cani, e penso che non solo lo faccio, non solo li consolo, do loro attenzione, ma che il loro comportamento non peggiora affatto. Anzi, migliora. Comincio a dire che uno stato emotivo negativo non può essere rinforzato. Non è possibile aumentare la paura con l’attenzione sociale e con il conforto. Quello stato emotivo negativo non può peggiorare se quello che noi aggiungiamo è benessere per il cane.

emozioni rinforzo 07emozioni rinforzo 08

 
Lavoro in campo con i cani liberi. A un certo punto mi sento dire “bravo!” a un cane mentre esibisce un comportamento aggressivo. Non si dice “bravo” a un cane aggressivo! Rinforzi l’aggressività. Il Principio non contempla ovviamente la possibilità di dire bravo a un cane che dimostra aggressività. Però dichiara che : rinforziamo l’aggressività anche se il cane “vince”, se ottiene quello che vuole. Se ringhia, non deve vincere.
Io osservo i cani in campo, e quello che vedo è che se la comunicazione funziona (anche la comunicazione aggressiva), il cane non è costretto a aumentare l’intensità. Dove prima era necessario aprire la bocca e mostrare i denti, lanciarsi in avanti minacciando un attacco, basta uno sguardo. Quello che vedo è che i cani forti vincono gli scontri, ma non diventano affatto più aggressivi. Anzi, si riduce la reazione e aumenta l’interazione, la comunicazione. Aumentano le competenze.

A Livorno parlo con Francesca, ma soprattutto definisco una struttura che mi aiuti a spiegare perché non credo nel Principio. Cos’è, il Principio?
Il Principio è l’applicazione del concetto di rinforzo e di punizione ai comportamenti con base emotiva. Rinforzo è qualunque evento che aumenta un comportamento. Punizione è qualunque evento che lo riduce. Se il comportamento è paura, eccitazione, stress, aggressività, ansia, le conseguenze positive li aumentano, quelle negative li riducono.
Ottenere ciò che vuole, porta il cane a considerare quei comportamenti come di successo, e aumentarli. Il che è semplicemente FOLLE.
I principi dell’apprendimento in condizionamento operante non possono essere applicati ai comportamenti con base emotiva. La semplice osservazione dimostra che rinforzo e punizione non spiegano affatto i cambiamenti nel comportamento del cane in base agli eventi.

emozioni rinforzo 01emozioni rinforzo 02


Dare attenzione, riconoscere lo stato emotivo del cane, comunicare al cane che sappiamo come si sente, e che siamo con lui per aiutarlo in una situazione hanno come effetto di far stare il cane meglio. Un cane che sta meglio, non ha più paura, ne ha meno. Per aumentare la paura, dobbiamo spaventare il cane. Semplice, no?
La differenza è tra aiutare il cane in difficoltà e agire da “cassa di risonanza”, amplificando il suo stato emotivo. Se il cane reagisce al guinzaglio contro gli altri cani, e io mi irrigidisco e mi aggrappo al guinzaglio appena vedo un cane, non lo sto aiutando. Il mio stato emotivo in quel momento non aiuta nessuno. Per aiutare un cane, dobbiamo avere una buona conoscenza di noi stessi, un buon controllo emotivo, una comunicazione consapevole e coerente.

Aggressività non è mordere e fare del male. Nell’aggressività esiste una componente comunicativa (vedi Etogramma dei comportamenti agonistici), nel cane come nell’uomo. Se il cane ha successo tramite la comunicazione, anche se aggressiva, non “esplode” emotivamente, attaccando e arrivando persino a mordere.  L’aggressività non aumenta se il cane ha successo, aumenta se il cane fallisce. Aggredire è fallire nella comunicazione, perdere controllo, doversi difendere. Io non dico bravo al cane perché esibisce aggressività, ma perché ha successo tramite la comunicazione. Perché usa la comunicazione per raggiungere un obiettivo, non attaccare e mordere. Ogni volta però confrontarmi con proprietari terrorizzati all’idea che io stia rinforzando l’aggressività nel loro cane.

emozioni rinforzo 06emozioni rinforzo 05


Il bravo proprietario si comporta con il cane come gli è stato detto dal bravo educatore. Ignora il cane quando ha paura, così non rinforza la paura. Chiede al cane di sedersi e di guardarlo, se abbaia minaccioso a un altro cane, così rinforza un comportamento alternativo incompatibile, ignorando non il cane ma il suo stato emotivo. Vince nel gioco, controlla le risorse, fa regredire il cane nella scala gerarchica, sgrida il cucciolo se ringhia o se morde le mani, se non lascia, se ruba. Ignora non solo il cane, i suoi stati emotivi, ma la sua personalità, i suoi bisogni, il suo benessere.  
Per capire i comportamenti su base emotiva è utile pensare a cosa fa stare male noi, e cosa fa bene a noi, quando proviamo certi stati emotivi. Le emozioni non hanno specie.
Se non funziona con noi, non può funzionare con un cane. Essere ignorati ci fa stare meglio? Non poterci difendere ci fa stare meglio? Fallire, sentirci deboli, insicuri, non avere controllo ci fa sentire meglio? Per quale assurdo Principio per un cane dovrebbe essere diverso?

03/07/2013 Testo Alexa Capra

 

Fotografie Daniele Robotti

 

Tutti i diritti riservati - All rights reserved